Apr 28, 2008 - articoli pubblicati    1 Comment

L’Archivio storico diocesano di Iglesias

L’Archivio Storico Diocesano di Iglesias è composto dalla documentazione della Curia Diocesana, del Capitolo della Cattedrale e degli Enti ecclesiastici dipendenti dall’autorità diocesana, che è il Vescovo. Ha sede presso il Seminario Vescovile di via Tenente Cacciarru ed è accessibile nei giorni di martedì, giovedì e venerdì dalle ore 9 alle 12,30 e dalle 16 alle 19. Custodisce  documenti a partire dalla metà del Cinquecento. I più antichi portano la data del 1562 e sono relativi ad un censo in favore della lampada della parrocchia di Villamassargia ed ad un atto di matrimonio dell’unica parrocchia all’epoca esistente che era quella di Santa Chiara. Importantissimi sono i Quinque Libri, che il Concilio di Trento, nel 1563, stabilì fossero tenuti da tutti i Parroci con la massima cura. Nei Libri sono registrati i battesimi, le cresime, i matrimoni, le morti e lo stato delle anime. Nel Liber mortuorum, in modo particolare, è possibile trovare notizie interessanti sui lasciti testamentari, sull’età e condizione sociale dei defunti, oltre naturalmente all’indicazione del luogo della sepoltura. Si tratta di un vero e proprio archivio di stato civile, che ha anticipato di trecento anni quello dello Stato italiano, e che consente di risalire non solo alle più lontane genealogie, ma di studiare, come sempre più spesso sta avvenendo da parte degli scienziati, le tare ereditarie e il genoma umano. Dallo stato delle anime, istituito nel 1614 per disposizione di Papa Paolo V, è possibile ricostruire il nascere e lo svilupparsi di quelli che erano i boddeus, agglomerati di furriadroxius attorno ad una chiesa isolata, diventati successivamente paesi e comuni. Con puntigliosa precisione, prima i cappellani ed i parroci  poi, hanno provveduto a quello che potremmo definire un censimento annuale della popolazione, suddividendola per sesso e fasce d’età. E’ possibile anche consultare i documenti relativi alle vertenze di carattere civile, agli Ordini  ed alle organizzazioni religiose, oltre che alle confraternite. Non è ancora consultabile, perché ancora non riordinato, l’archivio del Capitolo, che custodisce documenti risalenti al trasferimento della diocesi da Tratalias ad Iglesias, avvenuta nel 1503, cinquecento anni or sono. L’augurio è che presto anche questo patrimonio di cultura e documentazione possa essere fruibile. “ La Gazzetta del Sulcis” 10 novembre 2004

L’Archivio storico diocesano di Iglesiasultima modifica: 2008-04-28T20:45:00+00:00da franzkerki
Reposta per primo quest’articolo

1 Commento

  • It looks very nice.

    Congratulations!

    Love,

    Francesca